Circolare 1

Circolare 1

INFORMATIVA N. 1 – 2015

novità previste in materia di Lavoro e Previdenza  fiscali partire  dal 2015.

Novità contributive – Gestione Separata INPS

Per i committenti di rapporti di lavoro sotto forma di collaborazione coordinata occasionale e continuativa (a progetto e non a progetto), di lavoro autonomo occasionale (redditi eccedenti 5.000 euro), di vendite porta a porta (redditi eccedenti 5.000 euro) e di associazione in partecipazione, la contribuzione da versare alla gestione separata (con rivalsa per 1/3 sul lavoratore ovvero nella misura del 45% sull’associato, in caso di associazione in partecipazione), dall’ 1.1.2015, come disposto dalla dall’art. 2, co. 57, della Legge n. 92/2012, modificata dall’art. 46-bis, co. 1, lett. g, del decreto legge n. 83/2012:

–          non pensionati e soggetti non iscritti ad altra forma pensionistica: si passa dal 28,72% al 30,72%;

–          pensionati titolari di pensione diretta e soggetti iscritti ad altra forma pensionistica obbligatoria: si passa dal 22% al 23,50%.

Novità fiscali – Certificazione Unica

È stato pubblicato sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate il modello definitivo della Certificazione Unica che dal 2015 non si chiamerà più CUD ma CU2015.

I sostituti d’imposta dovranno utilizzare tale modello per attestare sia i redditi di lavoro dipendente e assimilati, finora riportati nel CUD, sia i redditi di lavoro autonomo e i “redditi d iversi” che fino allo scorso anno erano certificati in forma libera.

Pertanto, tramite la Certificazione Unica confluiranno in un unico modello tutti i redditi corrisposti nel 2014.

Il nuovo Modello CU, una volta trasmesso telematicamente all’Agenzia delle Entrate, fornirà a quest’ultima le informazioni reddituali relative ai contribuenti oggetto di prelievo fiscale da parte dei sostituti d’imposta (lavoratori dipendenti, assimilati, autonomi e i soggetti percettori di pensioni).

La Certificazione Unica relativa ai redditi conseguiti nel 2014, dovrà essere consegnata ai lavoratori dipendenti, agli assimilati e ai lavoratori autonomi entro il 28/02/2015.

Segnaliamo inoltre un nuovo l ’obbligo , soggetto a sanzione, di invio telematico del CU2015 da parte del sostituto/intermediario all’Agenzia delle Entrate entro il 7 marzo 2015 (per quest’anno l’invio è spostato al09/03/2015 cadendo il giorno 7 di sabato).

Visto che l’obiettivo 730 precompilato si fonda sulla tempestività e sulla correttezza dei dati delle C.U. sono previste pesanti sanzioni per ogni certificazione omessa o tardiva o che contenga errori.

La sanzione è pari a € 100.00 per ogni certificazione omessa, errata, o inviata tardivamente.

NESSUN COMMENTOI

INVIA UN COMMENTO

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.