CHIARIMENTI IMU

CHIARIMENTI IMU

IMU, cos’è?

L’IMU sostituisce l’ICI e, per la componente immobiliare, l’IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute in riferimento ai redditi fondiari concernenti gli immobili non locati o non affittati.

IMU, a cosa si applica?

L’IMU si applica al possesso di qualunque immobile, ivi comprese l’abitazione principale e le pertinenze della stessa.
L’imposta, quindi, è dovuta per il possesso dei:

  • fabbricati in cui rientrano anche i fabbricati rurali ad uso sia abitativo sia strumentale;
  • aree fabbricabili;
  • terreni in cui rientrano sia quelli agricoli sia quelli incolti.

IMU, chi paga?
I soggetti passivi sono:

  • il proprietario di fabbricati, aree fabbricabili e terreni a qualsiasi uso destinati;
  • il titolare del diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie sugli stessi;
  • l’ex coniuge affidatario della casa coniugale;
  • il locatario per gli immobili, anche da costruire o in corso di costruzione, concessi in locazione finanziaria.

IMU, aliquota per abitazione principale e per relative pertinenze
L’aliquota per l’abitazione principale e per le relative pertinenze è pari a 0,4%;

  • I comuni possono aumentarla o diminuirla sino a 0,2 punti percentuali;
  • Detta aliquota potrà, pertanto, oscillare da un minimo di 0,2% ad un massimo di 0,6% 13

ESEMPIO DI CALCOLO DELL’IMU PER L’ABITAZIONE PRINCIPALE
Proprietario unico con due figli di età inferiore a 26 anni

  • Rendita catastale dell’abitazione = € 750
    Rendita catastale x 168*= € 126.000 (base imponibile)
    Aliquota di base relativa all’abitazione principale e alle sue pertinenze = 0,4 %
    € 126.000 x 0,4 % = € 504 (IMU annua lorda)
    Detrazione per abitazione principale = € 200
    Maggiorazione per figli = € 50 x 2 (figli) = € 100
  • Rendita catastale della pertinenza (C/2 oppure C/6 oppure C/7) = € 60
    Rendita catastale x 168*= € 10.080 (base imponibile)
    € 10.080 x 0,4% = € 40,32 (IMU annua lorda)

* Per semplicità di calcolo la rendita catastale si moltiplica per 168 (1,05 x 160) che comprende la rivalutazione della rendita del 5%.

IL VERSAMENTO DELL’IMU PER L’ANNO 2012 PER L’ABITAZIONE PRINCIPALE E PER LE RELATIVE PERTINENZE
Il versamento dell’IMU è effettuato in tre rate:

  • la prima e la seconda rata in misura ciascuna pari ad un terzo dell’imposta calcolata applicando l’aliquota di base e la detrazione da corrispondere rispettivamente entro il 18 giugno e il 17 settembre;
  • la terza rata è versata, entro il 17 dicembre, a saldo dell’imposta complessivamente dovuta per l’intero anno con conguaglio sulle precedenti rate;

In alternativa il contribuente può effettuare il versamento dell’IMU in due rate:

  • la prima rata entro il 18 giugno, in misura pari al 50 % dell’importo ottenuto applicando le aliquote di base e la detrazione;
  • la seconda rata, entro il 17 dicembre, a saldo dell’imposta complessivamente dovuta per l’intero anno, con conguaglio sulla prima rata;

IPOTESI DEL PAGAM

NESSUN COMMENTOI

INVIA UN COMMENTO

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.